II Stagione

LA SETTIMANA BIANCA: Inverno, tempo di neve e i ragazzi della III C ne approfittano per trascorrere al Terminillo la loro settimana bianca. Ciascuno si prepara alla gita, chi meglio, chi peggio: Massimo richiede attrezzature sciistiche da scalata del K2, mentre Bruno si arrangia con il vestito della campagna di Russia del padre Spartaco. Poco importa: tutti sono pronti a partire, persino Benedetta, che con la sua filosofia è pronta ad animare la gita...all'appello manca il solito ritardatario: Daniele. Vista la lunga attesa, il Prof. decide di partire senza di lui e il povero Daniele dovrà farsi tutta la strada in moto dovendo anche subire le sgrida di Rossella al suo arrivo. Sharon invece parte accompagnata da Aziz, incaricato da Zampetti di tenere a bada i due "animali" Lazzaretti e Conti. Arrivati in montagna si decidono le sistemazioni nelle camere d'albergo: Elias & Tisini come al solito sono in camera assieme. La strana coppia è invece formata da Bruno e il Prof. I due si confidano di avere problemi intestinali, oltre ad avere un sonno rumoroso...Anche se con qualche problema, la gita inizia e i ragazzi decidono di affidarsi ad un maestro di sci: un certo Kaiser, un tedesco sulla sessantina nostalgico hitleriano. Sotto le sue grinfie cade specialmente Bruno. Chicco e Massimo come al solito si contendono Sharon, giocando sulla neve. Tornato in camera, Bruno incontra il Prof. con qualche acciacco: è scivolato su una lastra di ghiaccio. A cena poi il Prof. adocchia una bella signora di cui non si fa il nome: l'attrice è Maria Grazia Buccella. Sfoggiando l'intero repertorio di San Remo il Professore riesce ad ingraziarsi la bella signora. Allorché Chicco e Massimo pensano di organizzare una bella sorpresa per il Prof: uno scherzo cinico: i due costringono Bruno a collaborare, altrimenti avrebbero fatto vedere la poesia da lui dedicata al Prof. una notte in cui si era ubriacato. Ecco il piano: Bruno si sarebbe dovuto fingere il Prof. e presentarsi al buio all'appuntamento fasullo con la signora. Dico al buio perché proprio a luce spenta la signora Buccella si introduce in camera e a quel punto, una volta svestita, entra il Prof. e sorprende i due sullo stesso letto. E' così che si infrange il cuore del povero Professore...lo stesso Bruno si fa perdonare consolandolo. Siamo giunti così alla partenza e Chicco, come promesso, straccia la poesia di Bruno, buttandola proprio davanti alla faccia del Prof che legge il tutto (vedi la pagina Curiosità). A quel punto la puntata termina con un urlo: "SACCHI!!"

CIACK SI GIRA: Ripetendo il tentativo dell'anno precedente, la Terza C decide di cimentarsi in un film, al posto di riproporre la solita recita scolastica. L'idea parte da Benedetta, che ovviamente si propone come regista. Il film verrà interamente prodotto, interpretato e girato dalla classe e da subito a Totip pare "una gran bischerata". Il film dovrà essere del genere horror e il titolo che viene scelto è "Quella Scuola Accanto Al Cimitero". I ragazzi non si perdono d'animo nonstante le critiche di Totip: ognuno scrive una parte del copione, ma il risultato sembra insoddisfacente. Inoltre la sceneggiatura richiederebbe troppi effetti speciali e il budget a disposizione della III C non è molto...Ad ogni modo Benedetta non si scoraggia e propone di girare l'intero film all'interno del Leopardi. Come cameraman viene scelto Puccio, mentre agli effetti speciali dovrà pensarci Ciro con le sue magnifiche ed esilaranti trovate. La scelta dei ruoli come al solito è cosa difficile per Benedetta, ma la scelta del protagonista ricade inevitabilmente su Bruno. Il protagonista Patrick è un ragazzo con poteri paranormali e Bruno è bravissimo nel recitare quella parte....specie quando dice: "Sono in Tranch!" per dire che è in trance. Daniele interpreta invece il ruolo del sadico motociclista appartenente ad una banda che uccide tutte le studentesse del Liceo. Naturalmente la vittima sarà Rossella e i due non riusciranno mai a recitare una parte senza mettere di mezzo il loro amore e i loro battibecchi. Essendo poi a corto di soldi, Chicco decide di fare appello allo sponsor storico della III C: il Commendator Zampetti, definito per l'occasione "carciofone" da Massimo. Zampetti accetta, ma con le se manie di grandezza mette la condizione che ogni due minuti di film ci dovrà essere uno spot ai suoi salumi. Una delle battute fortissime della puntata è quella fatta da Chicco sul titolo: "Quel Salame Accanto Al Cimitero" forse un po' controproducente. Vengono così girati anche gli spot del salame Zampetti. Uno ritrae Massimo e Sharon in macchina: i due sembrano voler accingersi a pose da fidanzati ma Sharon, sbottonando la camicia di Massimo, trova un salame...Il salame per l'uomo che non deve chiedere mai. Una classica parodia della pubblicità del profumo Denim. Ancora un altro spot bellissimo vede Massimo al'interno di un campo da calcio che corre per fermare la miccia accesa attaccata ad un salame: è un chiaro riferimento alla pubblicità progresso contro la violenza negli stadi, solo che al posto del pallone qui troviamo un salame...Arriviamo così al giorno della prima, al Cinema Politecnico. Sono invitati tutti i compagni, i professori, i genitori e gli amici. Giunge perfino un "critico", un intenditore di cinema trash. Il film viene proiettato e gli spettatori si scompisciano dalle risate. In effetti il risultato è una commedia, una parodia dell'horror con un finale potentissimo: Aziz, travestito da un thrilleriano Michael Jackson, muore per mano di Patrick che gli ficca in bocca un salamino Zampetti. L'ultima battuta è quella di Aziz che dice: "No, il salame no: sono mussulmano io!". Gli spettatori escono dalla sala e si complimentano con  gli attori e la regista; anche il critico si dichiara soddisfatto e Benedetta promette di girare un seguito: "Quella scuola accanto al cimitero 2". Bruno però non vuole fare nuovamente il protagonista, ma si ritrova stretto al muro e urla proprio come voleva che facesse Benedetta. Si chiude così una delle puntate più forti della II serie.

IL DERBY: Si rinnova anche quest'anno il "Ratto delle Sabine", l'offesa inferta dalla III C nei confronti della III F. E' così che le classi si sfidano sul campo da calcio. Il Professore si offre subito come Commissario Tecnico della squadra, minacciando altrimenti interrogazioni a tappeto. Fortunatamente si rende conto di non essere più portato per lo sport e così la Terza C ha l'opportunità di cambiare Mister: sotto le indicazioni di Chicco la squadra inizia a prepararsi, ma dopo un attento vaglio della forza avversaria i ragazzi decidono di affidarsi alle tecniche di Ciro. Il suo schema è detto "a pistone" e vede Bruno in porta, Daniele terzino, Massimo mediano fluidificante e Woodstock trequartista. Chicco è invece il jolly della squadra...praticamente la vecchia figura del libero...in funzione offensiva però!...Ad ogni modo Ciro pensa anche a rifornire la squadra delle magliette e a doverne fare le spese sarà lo sponsor storico della Terza C...ormai non lo ripeto più. Il Commenda infatti si occuperà non solo di fare da sponsor ma anche di fare da presidente della squadra. Grazie a lui si aggiungerà anche Aziz nella squadra e prenderà il posto di Woodstock sotto le sembianze del mitico Gullit. Lo straniero "brasiliano" incute paura alla III F, che incarica una ragazza di facili costumi di far prendere una sbronza  e di "distrarre" Aziz il giorno prima della partita. Così, nonostante il ritiro degno di Coverciano, Aziz esce dalla pensione trasteverina rimediata da Puccio per il ritiro. E' così che lo straniero è messo fuori gioco. Rientra però Woodstock e per tutto il primo tempo la III non fa che beccare goal su goal.  Intanto Puccio dirige la tifoseria dapprima istruita, composta dalle ragazze della classe. Al fischio del primo tempo Ciro decide di abbandonare la squadra, poichè la III C si affida nuovamente alla scaramanzia, arruolando il bidello porta-rogna Jona tra i tifosi della III F. E' così, che dopo una serie di autogoal la III C si riporta in pari con la III F e segna sullo scadere del secondo tempo  il goal della vittoria grazie ad una rovesciata di Daniele.

IL MISTERO DELLA MERENDINA: Al Liceo Leopardi stanno avvenendo cose strane: si stanno fregando le merendine di tutti i ragazzi. Il caso preoccupa moltissimo il povero Bruno che soffre di calo di zuccheri...Anche il Prof. è turbato dagli avvenimenti che accadono in classe: sono state toccate anche le sue sfogliatelle. Perfino la torta di compleanno di Woodstock viene rubata e l'unico intruso alla festa è la figlia del Professore (no, non Imma!). Questa viene accusata ma in rtealtà non è colpevole di niente; Massimo le fa da testimone poiché si trovava con lei e stava cercando di abbordarla. E' così che Chicco e Bruno si mettono alla disperata ricerca di un colpevole e iniziano a pedinare Massimo. Viene poi anche sospettato Daniele. Naturalmente si sbagliano sul loro conto e rimane quindi il dubbio su quale strada intraprendere per poter individuare il colpevole. Dopo numerosi tentativi falliti, Massimo giunge per primo alla soluzione: il ladro di merendine è proprio Woodstock, che in seguito alla separazione dei suoi genitori, compensa gli affetti mancanti con il cibo. Puccio aveva addirittura paragonato il problema a quello dello "Spernacchiatore Folle" che avvenne quando si trovava lui in terza c, ma il mistero anche una volta risolto non è terminato, poiché Woodstock non è guarito: la mamma addirittura si è trovata un nuovo compagno e così l'intera III C dovrà stare attenta se non vorrà ancora restare senza merenda all'intervallo.

A CARNEVALE OGNI SCHERZO VALE: E' arrivato il carnevale anche quest'anno e il Preside ha deciso di organizzare una festa in maschera per allievi, genitori e professori. I ragazzi però non hanno la minima voglia di passare un carnevale in questo modo; decidono così di trovarsi una festa adatta a loro, ciascuno per conto proprio. Per passare un grande Giovedì grasso Benedetta ha un programma chiaro: andare al Festival Mondiale della Poesia Macabra con il poeta Pedro Caronte, vincitore dell'edizione precedente con la poesia "La defunta della fonte". Elias & Tisini invece si sono organizzate per la festa delle debuttanti di Frattocchia, il raduno dei secchioni di tutto il Lazio. Daniele e Rossella invece hanno pensato a una festa scolastica per coppiette...Sconsigliati però da Chicco, i ragazzi cercano di organizzarsi in modo diverso: solo Sharon, Rossella e Bruno si ritroveranno alla festa scolastica con i loro genitori. Intanto i genitori sono stati radunati per parlare della festa con i professori. Si parla di invitare qualche gruppo musicale alla festa e, mentre Zampetti con la signora Conti si abbandona alle sue manie di grandezza pensando a nomi come David Bowie (da lui definito David Boiler) e Fiorella Mannoia, il signor Sacchi pensa invece a fare una buona azione: invitare Italo Rossi, in arte Joe Disumano, "il figlio della vedova dell'interno 9...una famiglia di poveracci". La sigla della terza serie si intitola Joe Disumano Rock e troviamo così finalmente un'analogia tra la sigla appunto e il suo stranissimo titolo. Tornando alla festa, Chicco, Massimo e Daniele si affidano a Totip; Bruno invece si affida a Ciro, sia per il vestito da cupido, sia per il biglietto della festa. Intanto si scopre che Puccio e Aziz sono gli organizzatori della festa a cui tutti arriveranno...organizzata in Villa Zampetti all'insaputa del proprietario che si recherà alla festa del Leopardi. Elias & Tisini comprano i biglietti ad un semaforo da un venditore ambulante amico di Aziz. Allo stesso modo lo comprerà Benedetta, pensando di ritrovarsi ad una festa coreana. Arriva finalmente la serata di Giovedì e il Commendator Zampetti insiste sulla figlia per farla vestire da wurstel...intanto la moglie Annabella si è vestita da fata turchina. Anche a casa Sacchi sono quasi pronti per uscire: Spartaco è vestito da arbitro, ma ricorda un po' un "cassamortaro", come dice Amalia, mentre quest'ultima si è vestita da cuoca. Anche Rossella è presente alla festa del Leopardi, vestita da contessa del '700. Sul più bello arriva anche la Signora Conti, vestita da cameriera del Drive In. Intanto Bruno riesce a convincere Sharon e Rossella a seguirlo al party di Aziz e Puccio. Questi due si sono vestiti da schiavo negro e Tartufon. Al party arrivano anche Elias & Tisini in veste sadomaso. Segue Daniele vestito da scimmione...poi Chicco, vestito da prete e poi Massimo vestito da duro. Daniele rimorchia una ragazza di Porto Torres che scopriamo essere Sabrina Ferilli, alla disperata ricerca di un'anima gemella. Benedetta, vestita da coreana, trova Akira Tetsuo, un regista filippino che ha chiuso col cinema. Sopraggiunge poi il Commenda alla festa e tutti sono costretti a fuggire a casa di Bruno. Il gorillone Daniele si mette a ballare con la contessa Rossella, ignara che sotto la maschera ci sia il suo fidanzato.  Zampetti si abbandona invece a delle effusioni con la signora Conti, ma i due vengono scoperti sul più bello da Annabella, la moglie del commenda. Sabrina Ferilli cerca di sedurre Bruno, quando all'improvviso i coniugi Sacchi rientrano in casa...la festa termina con un bel trenino, mentre Elias e Tisini pretendono un rimborso da parte di Puccio, il quale delizia tutti con un bellissimo rap.

CORSO DI SOPRAVVIVENZA: Le ragazze della 3 C ammirano un giornale che ritrae un culturista e boicottano gli uomini come i loro compagni di scuola, senza muscoli. E' così che come per sfida Chicco, Massimo, Daniele e Bruno decidono di affrontare un corso di sopravvivenza per dimostrare loro chi è il più forte. Dopo aver vagliato attentamente le varie proposte, i Ragazzi si decidono per la "vacanza" meno costosa della durata di una settimana. Dopo essersi smarriti giungono all'accampamento e come per sorpresa vi trovano Kaiser alla sua direzione: i quattro lo conoscono bene e ne hanno un ricordo vivo...era il loro maestro di sci al Terminillo nella puntata "La Settimana Bianca". Gli insegnamenti di Kaiser e del suo aiuto impersonato da John Armstead terrorizzano i quattro poveri ragazzi, che qui conoscono anche quattro nuovi personaggi: Chicco si butta su Selvaggia, la donna che non deve chiedere mai; Massimo si ritrova come compagno di un pignolissimo ragioniere; Daniele si affianca a una ragazza che è stata scaricata come lui di nome Giulietta; a Bruno tocca invece sopportare le avance di un gay. Gli addestramenti di Kaiser sono spietati, ma tuttavia i quattro riescono a escogitare un piano di fuga...che sarà fonte di salvezza solo per i quattro nuovi personaggi. A liberare i poveri ragazzi della 3 C ci vorranno le prodezze dei Lupetti di Elias e Tisini...

GLI EVASI: Due evasi si sono rifugiati all'interno del Leopardi e hanno preso in ostaggio la Terza C. Il Signor Zampetti e il Signor Sacchi si danno allora da fare per liberare i ragazzi e come al solito il Commenda si darà alle sue manie di megalomane e il povero Spartaco ne farà le spese. Zampetti inoltre organizza una spedizione umanitaria con i suoi salumi denominata "We are the world...Zampetti for Africa". Puccio interviene poi in qualità di reporter televisivo di una emittente locale, mentre Ciro si accampa con pulmino nel cortile della scuola per rifilare qualcosa ai genitori in attesa del rilascio dei prigionieri. Il Professore intanto se ne scappa dall'aula e gli evasi vengono legati dai ragazzi della 3 C. Nella puntata c'è inoltre una Guest Star: Francesco Salvi nei panni dell'Ispettore Marino.

WAR GAMES: E' giunta la resa dei conti finale tra 3 C e 3 F e non c'è niente di meglio di una guerra per risolvere il conflitto...una guerra con pistole caricate a pomodoro e vernice rossa...I plotoni si accampano nel bosco di Ronciglione e si apprestano ad affrontare una dura battaglia senza esclusione di colpi. L'unico che se la vuole dare a gambe è Bruno, ma ci penserà la dolce Laura a riportarlo sul fronte con i suoi discorsi sull'amicizia verso i suoi compagni. Bruno diventa un vero Rambo e viene chiamato da Mazzocchi Silvester Panzone...tuttavia sarà l'eroe della Terza C e conquisterà la bandiera nemica.

IL PROFESSORE CERCA CASA: Il Professore si ritrova sfrattato  e esterna i suoi sentimenti agli alunni che non possono fare a meno di aiutarlo mettendosi a lavorare sodo. Chiedono l'aiuto a Puccio e si inventano numerosi lavori: Daniele fa da Pony Express e Rossella da centralino; Chicco fa da Dog Sitter e accompagnatore di anziani; Massimo recapiterà telegrammi "al bacio"; Elias e Tisini daranno ripetizioni alla 3 F; Sharon si cimenterà nel Pret-a-Porter a casa Sacchi; Bruno si farà fregare storicamente da Ciro nella puntata in cui Massimo Giuliani darà il meglio di sè; Benedetta infine farà l'astrologa per Tv entrando in contatto con Capricorno In Torrespaccata, uno jellato per eccellenza...nessuno riuscirà a rimediare i soldi...quando grazie ad una giocata al Totocalcio i novi eroi della 3 C faranno 12 e potranno pagare l'alloggio al Prof. Finale a sorpresa.

SCUOLA GUIDA: Bruno si rende conto grazie ai compagni della sua esigenza di avere una macchina per evitare i lunghi tragitti in treno per arrivare a scuola. E' così che Bruno si decide a prendere la patente con l'aiuto di Chicco e di Puccio che si offrono di fargli un po' da istruttori. Tuttavia Bruno al volante risulta una vera bestemmia a San Cristoforo...lo dimostrano i numerosi incidenti che Bruno ha sempre con l'auto del Prof. di Italiano. Tuttavia grazie a una monetina Bruno passa la teoria e, inseguito dal Prof, passa anche la pratica. Il passo successivo è l'acquisto della macchina: la famiglia Sacchi si rivolge dunque alla Ciro Auto, l'usato più usato di Roma. I genitori di Bruno si decidono per un catorcio di Cinquecento senza sedili che ovviamente Ciro non farà pagare poco; battuta bellissima è quella pronunciata da Spartaco Sacchi: "Se non c'ero io ti fregavano!". I problemi di Bruno però non finiscono, perché non riesce a giungere a scuola per diversi imprevisti. Inoltre un barbone gli occupa la macchina durante la notte e il povero Bruno si ritrova a fronteggiare una serie di nuove situazioni. Chiede così aiuto al solito Ciro che da' veramente il meglio di sè rifilando ai Sacchi anche uno stradario del '78 e una mappa di Roma antica! La volta che Bruno giunge a scuola in tempo, si perde alla ricerca di un posto dove parcheggiare. Giunge così la domenica e Bruno è deciso: non toccherà più l'auto. Si reca così a scuola in bicicletta, facendoci da Cicerone attraverso le bellezze della Capitale, accompagnato dalla voce di Riccardo Cocciante. Quando arriva a scuola, Bruno pensa di essere arrivato per primo, ma gli amici gli diranno che è domenica...

GLI ESAMI DI MATURITA': E' tempo della resa dei conti al Liceo Leopardi. Sono giunti gli esami di maturità e tocca studiare se non si vuole essere bocciati. L'unico che si da' alla pazza gioia è Chicco. Ognuno trova un modo per prepararsi alla battaglia finale: Massimo si butta sul computer, Bruno sul metodo "Vankùlen" di messaggi sussurrati da Ciro nel sonno, mentre Daniele e Rossella iniziano a studiare insieme sperando di fare come in "9 settimane e mezzo", ma come dirà Chicco...si faranno "3 settimane e un mazzo"...Anche a casa Zampetti c'è aria d'esami: il Commenda non ha infatti il diploma ed è deciso a prenderlo insieme alla figlia Sharon per poter partecipare ad un concorso di prosciutti. Benedetta rifiuta invece i poeti come il Leopardi e i filosofi come Schopenauer così ottimisti e predilige il celebre dissidente avellinese Strinzetti. Giungono gli esami e tra scritti e orali vengono promossi tutti tranne Tisini, che ha un diverbio con il Presidente della Commissione sul Carducci. Chicco subisce lo shock di abbandonare la scuola e si ritrova a dover abbandonare la scuola che tanto ama...termina così la puntata che in assoluto i fan reputano la più bella di tutte e tre le serie...con un po' di amaro e un po' di nostalgia di tutti noi un po' per i bei tempi a scuola e un po' per i bellissimi tempi della 3 C.

Video
Galleria
Interviste
Contribute!
Books!
Shop!